La trasparenza…Non è pubblicità!!!

La trasparenza non è al servizio di chi la sfrutta a proprio piacimento e discrezionalità!!! L’obbligo che la legge impone alle amministrazioni è motivato dal rendere visibile a tutti i processi di gestione per scongiurare azioni degenerate di corruzione e prevaricazione. Quindi un processo OBIETTIVO E CONTINUATIVO di coinvolgimento sociale che mira alla crescita del cittadino ed alla sua consapevolezza. Un processo comunicativo NON COLORATO da interessi di parte e occasionali attenzioni speculative, perché altrimenti si trasformerebbe in un processo Sponsorizzante e pubblicitario dove pubblico non è sinonimo assolutamente di oggettivo.
Questo preambolo per accendere l’ennesima luce sui comportamenti strabilianti che muovono questo paese quando si tratta di bypassare in modo omertoso tutto quello che ha a che fare con il coinvolgimento delle coscienze dell’intera comunità…Strabiliante ad esempio che si debba venir a sapere che ci sarà un Conferenza dei Servizi Decisionale dal quotidiano online La Notizia2 sulla storia infinita della Villa di Massenzio e il nuovo Progetto della Chiesa di San Giuseppe che vi insiste. Pubblicata online con strabiliante anticipo – quindi verosimilmente con un’operazione NON nel solco “trasparenza filo-governativa”- la notizia è apparsa il giorno 27 febbraio riportando tra l’altro le foto dei 2 progetti presentati nel corso del tempo da 2 architetti diversi CON DELLE STRANE ANNOTAZIONI sopra….che aprono una sorta di “Giallo” sulla ragione di questa “Esclusiva“ del giornale online.progetto-551x6001 Avremmo preferito però che fosse stata un COMUNICAZIONE sul sito del comune nei tempi immediatamente successivi all’iscrizione al protocollo (16 febbraio 2016) ad annunciare la Conferenza dei Servizi in Regione Lazio il 23 marzo 2016…e possibilmente senza la nostra ennesima spinta verso la trasparenza con la richiesta informale della settimana scorsa!!! avviso_conferenza_Pagina_1 Ma si sà a noi tocca il ruolo di sentinella anche della trasparenza visto il precedente stabilito dopo la nostra interrogazione sul Piano Triennale Anticorruzione che finalmente sta portando lentamente la pubblicazione dei documenti nella sezione Amministrazione Trasparente del sito comunale.
Oddio ci fa sempre piacere beccare qua e là un pò d’attenzione per la Villa di Cesare e Massenzio come nel retro copertina di un album di figurine promosso e sponsorizzato dall’Assessore Bianchi (ma lo sa che le foto usate sono del 2011 quando la Villa stava sicuramente in migliori condizioni….e lei era sempre Assessore????) o in fondo a qualche articolo che parla in realtà della chiesa che serve assolutamente a San Cesareo…(quella che abbiamo ora va in overbooking ben 4/5 volte l’anno).imageEVIDENTEMENTE però anche mediaticamente questa povera Villa viene usata sempre per altri scopi solamente pubblicitari…… come per altri scopi edilizi viene rimpallata tra la chiesa che ama sempre evidentemente circondarsi di beni artistici dello stato, il privato che porta dentro ancora il dolore di quanto ha speso per gli scavi spinto dalla soprintendenza e l’amministrazione che vuole mettere tutti d’accordo: i costruttori locali, la curia, gli archeologi ambiziosi e gli sponsor progettisti. Nessuno fa qualcosa solo per la Villa… che sembra come un vecchio parente rimpallato a destra e sinistra e che rischia di fare una brutta fine abbandonato in uno spizio dove non deve più disturbare….Attenzione ai parenti!!!

…sempre sulla Trasparenza!!!

Visto le scoperte difficoltà emerse da parte dell’Amministrazione nell’attivare la PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI con “NUOVE TECNOLOGIE“ (leggi TRASPARENZA nel sito web del comune o la mancanza di streaming del Consiglio)…vogliamo ricordare i vostri propositi in campagna elettorale: Un Comune Partecipato attraverso “Un’amministrazione trasparente, in linea con il D.lgs 33/2013, mediante l’utilizzazione delle nuove tecnologie finalizzate a fornire servizi migliori al cittadino in termini di risposta di qualità”. Vorremo aiutarvi a mantenere le promesse fatte – per quanto sia possibile – E SOPRATTUTTO vorremmo fare in modo che il cittadino sappia E SIA ASCOLTATO!!! Per questo abbiamo presentato ieri questa Mozione che appunto ha come oggetto: IL CITTADINO NE HA FACOLTÀ per istituire la possibilità reale al cittadino di poter formulare le sue domande nei Consigli Comunali. Vediamo se è vera questa voglia di Trasparenza e Partecipazione!!!
Mozione Question Time_Pagina_1
Mozione Question Time_Pagina_2

…non ci sembra facile questa Trasparenza!!!

Nel passato Consiglio del 26.01.2016 oltre la discussione sui lavori di “somma urgenza“ per calamità naturale era in discussione il Piano Triennale di Prevenzione sulla Trasparenza e in quell’occasione abbiamo presentato un’interrogazione (che per conoscenza abbiamo inviato all’ANAC) consegnandola nelle mani dl nostro Segretario comunale Alfonso Migliore. Sempre in quell’occasione abbiamo mostrato un screenshot stampato relativo alla pagina della Bussola della Trasparenza (Presidenza del Consiglio dei Ministri) dove riscontravamo l’impossibilità di accedere alla pagina del Comune di San Cesareo in quanto “NON RAGGIUNGIBILE), ma venivamo smentiti sul posto dal Segretario che ci faceva notare come sul suo smartphone la pagina era perfettamente raggiungibile. Be vogliamo far notare che ad oggi il messaggio di risposta che appare facendo la seguente sequenza di collegamento (da qualsiasi PC): HOME PAGE COMUNE DI SAN CESAREO > Banner in basso a sx BUSSOLA DELLA TRASPARENZA > Pagina ESPRIMI LA TUA OPINIONE (LA BUSSOLA DELLA TRASPARENZA DEI SITI WEB – GOVERNO ITALIANO) > COMUNE DI SAN CESAREO > AVVIA LA RICERCA >……IL SITO DELL’AMMINISTRAZIONE È RISULTATO NON RAGGIUNGIBILE
Signor Segretario ci spiace ma questa benedetta TRASPARENZA…per adesso NON È RAGGIUNGIBILE…e il resto sono chiacchiere
Schermata 2016-02-10 a 17.58.44
screenshot sito san cesareo

…verrà un giorno la Trasparenza!!!

Oggi si è tenuto in seconda seduta il Consiglio Comunale sul Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione P.T.P.C. e sui lavori di “Somma Urgenza“ per la calamità naturale del 14.10.2015 per l’approvazione di un debito fuori bilancio attorno ai 90.000 euro…che per l’80% dovrebbero rientrare da fondi regionali.
Partendo da questo ultimo punto, nella dichiarazione di voto (NO) ammesso che i debiti fossero necessari, (ma a molti di noi non è sembrato che ci fossero voragini dappertutto) ho precisato che la cementificazione indiscriminata di molte parti del paese in questi anni e la mancanza in molte aree delle DOVUTE opere di urbanizzazione (come collettori o cunette di deflusso delle acque meteoriche)….NON HANNO CERTO AIUTATO.
Interr.Piano Triennale_Pagina_1
Interr.Piano Triennale_Pagina_2
Per il Piano Triennale di Anticorruzione la mia attenzione ma anche quella del resto della minoranza si è focalizzato sulla Trasparenza enumerando nell’interrogazione presentata tutte le mancate pubblicazioni di informazioni e documenti sia in formato digitale (sito web e interfaccia di accesso ai consiglieri/sino a oggi mancava ancora la perizia dei danni provocati dalla “calamità“) che cartaceo, come ad esempio l’informazione di ORDINANZA SINDACALE per la Calamità Naturale del 14.10.2015 (magari qualche cittadino avrebbe voluto sapere che gli era crollato un muro, per calamità naturale….) o la richiesta di partecipazione aperta ai cittadini per la Presentazione di Osservazioni al Piano Triennale medesimo….Nessuna osservazione è pervenuta e NON ci meravigliamo!!!!
Ho presentato 3 Emendamenti a questo piano….Ma uno solo di questi è stato approvato (Art. 12 Punto J) forse perché gli altri due riguardavano specificatamente PRATICHE PIÙ STRINGENTI SULL’ANTICORRUZIONE….
Emendamenti Piano Triennale

Consiglio C. 22.01.2016…Allora non era urgente???

STORIELLA DI UN CONSIGLIO SPOSTATO
Schermata 2016-01-23 a 10.53.59
Ad uso e consumo della maggioranza ogni atto….Anche il Consiglio Comunale organo di confronto con minoranza e cittadini viene gestito in maniera oligarchica….Prima si decide di trasformare un consiglio in URGENTE dandone comunicazione solamente 3 gg prima (può esser richiesto da regolamento anche 24 ore prima….ed è forse pensato quindi per situazioni di allarme VERO e FONDATO) facendo saltare ARBITRARIAMENTE la riunione di Capigruppo che si deve svolgere prima del Consiglio…
Schermata 2016-01-23 a 10.36.32
A PARADOSSALE giustificazione il fatto che il C.C. deve approvare in tempi stretti il PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE e LA TRASPARENZA…che paradosso vuole è stato aperto alle consultazioni con i cittadini già 10gg fa e dovrà essere adottato in effetti entro il 31 gennaio….cioè fra altri 10gg.
Abbiamo inviato una lettera dove diciamo questo…E GUARDA CASO stavolta ci hanno ascoltato????????
Schermata 2016-01-23 a 10.37.27
A tutti noi è venuto un GROSSO dubbio. Non sarà invece che il secondo punto all’ordine del giorno ha creato qualche imbarazzo e qualche discussione nella maggioranza? Non sarà che l’affidamento di SOMMA URGENZA e senza gara….E FUORI BILANCIO.. (a proposito del Piano Triennale……) alla ditta Gino Mistura & C. per 90.000 euro per interventi in 19 STRADE comunali “devastate” (circa 5.000 euro a strada per una devastazione???) dall’alluvione del 14 ottobre 2015 abbia indignato qualcun altro oltre a noi?????
Schermata 2016-01-23 a 10.46.16

Schermata 2016-01-23 a 10.47.08

Schermata 2016-01-23 a 10.47.22
Ma forse hanno spostato il consiglio a martedì prossimo solo per permettere anche ai cittadini di partecipare al PIANO TRIENNALE e alle relative consultazioni….O FORSE SEMPLICEMENTE per vedere se riescano ancora ad INDIGNARSI ANCHE LORO!!!!
proposta_lavori_somma_urgenza
GAME OVER…TRASPARENZA
Schermata 2016-01-23 a 10.53.39

Aspettando il politometro

Pubblichiamo il quadro dei compensi per indennità di carica e i gettoni di presenza relativi all’anno 2014/2015 per la giunta e i consiglieri del Comune di San Cesareo, seguendo gli “Obblighi di pubblicazione concernenti I componenti degli organi di indirizzo politico, al sensi dell’art. 14 del D.Lgs. n. 14 marzo 2013, n. 33.
La somma dei gettoni di presenza che ammonta a €. 96 al netto delle ritenute verrà utilizzato completamente per le attività politiche del nostro Gruppo M5S di San Cesareo.
Indennità
DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 63 DEL 2013_Pagina_1
Quadro compensi

San Cesareo: 1°. Non rieducare all’onestà…

Non interessa a questa Giunta e al nostro Segretario provare a rieducare il cittadino ad una cittadinanza corretta e sociale??? Sembra di no. Forse si preferisce lasciare fuori dalle regole senza dare opportunità di una VASTA integrazione sociale?

Il 2 luglio scorso per l’ennesima volta ho provato a fare PROPOSTA PROPOSITIVA per il bene dei cittadini…abbiamo presentato la mozione BARATTO AMMINISTRATIVO. Una mozione che stanno adottando in tutta Italia da Milano a Invorio da Firenze a Massarosa l’Art. 24 nasce all’interno della Legge 164 o “Sblocca Italia“ a cui però hanno lavorato nello specifico con vari emendamenti i nostri parlamentari M5S, da Zolezzi a Daga a Vignaroli dimostrando che se ci sono delle aree buone e condivisibili bisogna usarle da subito per il bene del paese…
Una mozione che in sintesi permette a cittadini e nuclei famigliari che versano in gravi condizioni economiche tanto da non poter pagare le tasse comunali, di poter COMPENSARE il debito con il comune – fatto antecedente al 2015 e non di grande dimensioni ovviamente – con lavori socialmente utili come la manutenzione delle strade e dei parchi verdi del paese sotto la supervisione degli addetti al servizio.

HO TENTATO di esporre un ragionamento (come tante altre volte) all’inizio del consiglio prendendo la parola davanti al solito sparuto nucleo di cittadini accorsi alle 10.30 di mattina….

“Nel nostro Comune, nello specifico abbiamo una lunga “Black List o Lista evasori“ per ICI-IMU-TASI-TARI-CDS NON VERSATA da grandi (anche da 93.000 47.000 per due società….che magari continuano ad usufruire dei servizi del comune…) ma anche da piccoli debitori. Fatto sta che al 31 agosto di quest’anno questa lista chiudeva con una somma totale di – €. 3.889.665,56 (quasi 4 milioni di €uro). Considerando, pur nella ragionevole congettura, che tali ruoli non regolarizzati in parte andranno iscritti tra i crediti non esigibili, il Baratto Amministrativo si presenta anche come opportunità di reintegro del gettito oltre che come progetto sociale.
Nel nostro Comune inoltre abbiamo un’area molto vasta e spesso negli ultimi anni l’amministrazione a tentato di attivare la cittadinanza tramite appelli al volontariato per lavori di ordinaria manutenzione per il decoro urbano, come per la cura dei giardini e parchi pubblici, ma come per “la Giornata Verde dedicata al bosco della Macchiarella“ il 6 settembre scorso, l’affluenza rimane scarsa e saltuaria…
Questi due aspetti individuati nel nostro comune legati all’attuale difficile fase storica generale e al disagio economico generale di tutti gli enti locali dove le risorse economiche e di personale scarseggiano, la soluzione del Baratto Amministrativo appare addirittura OVVIA.”

Ma tanto ovvio non deve essere l’ovvio in questo paese se il sindaco non mi ha fatto neanche finire di esporre la mia lettera (che allego) per l’istituzione di una commissione temporanea che si occupasse di LAVORARE GRATUITAMENTE all’istituzione del progetto Baratto Amministrativo…

Forse il LAVORARE a soluzioni nuove per il bene dei cittadini NON INTERESSA…e vedendo votare compatti 11 Voti di BOCCIATURA UNANIME la maggioranza…in quel momento…proprio in quel momento mi sono ricordato del mio REFLUSSO ESOFAGEO e che dovevo URGENTEMENTE andare all’appuntamento all’ospedale, per vedere se c’era una soluzione alla mia NAUSEA.
baratto amm
baratto amm2

La Villa di Cesare e Massenzio deve sparire?

•Segue interrogazione al Consiglio Regionale del Lazio•

SEMBRAVA CHE FINALMENTE DA UNA CREPA FILTRASSE LA LUCE, quando il 25 marzo di quest’anno abbiamo incontrato la Dott.ssa Alfonsina Russo – fresca dell’incarico a Soprintendente ai Beni Archeologici del Lazio- insieme ai rappresentanti del Comitato di Difesa del Territorio e del Comitato Salviamo la Villa di Massenzio.
Dal colloquio alcune buone prospettive erano state delineate:
1.la necessità d’inquadrare bene l’intero perimetro dei ritrovamenti e l’area interessata dal progetto edilizio del piano integrato
2. la necessità FINALMENTE prioritaria di verificare lo stato dei resti archeologici e avviare un’opera di analisi e restauro
3. valutare come opportunità il forte interessamento della Diocesi di Palestrina alla riqualificazione del ritrovamento attraverso la realizzazione – MA NON IN PROSSIMITÁ DEI RESTI – del polo parrocchiale San Giuseppe.
4. infine l’invito ad un tavolo di tutte le forze interessate ad una buona soluzione per la tutela e la valorizzazione dell’area (Istituzioni ed enti – privati – comitati dei cittadini – forze politiche) da convocare ENTRO SETTEMBRE che avrebbe avuto come primo incarico l’organizzazione di una mostra e un convegno sul posto, per mettere FINALMENTE a conoscenza tutti i cittadini dell’entità del ritrovamento e delle possibili opportunità.
Anche questa luce accesa dal più importante attore in campo, la soprintendenza, si sta di nuovo spegnendo….mentre, anche in questo momento, LE CREPE STANNO AUMENTANDO.
Si era già spenta in passato la luce accesa dal Viceministro Francesco Giro (PDL) che mise il vincolo sull’area PERCHÈ CONVINTO DELL’IMPORTANZA…
…la luce accesa dal Ministro Marianna Madia che presentò come allora deputato (PD) almeno due interrogazioni PERCHÈ EVIDENTEMENTE CONVINTA DELL’IMPORTANZA…
…la luce accesa dagli emeriti studiosi del XX° Convegno dell’AISCOM (Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico) autori di fantastici apprezzamenti, chiaramente PERCHÈ CONVINTI DELL’IMPORTANZA…
…tanti altri in ordine di apparizione come l’archeologa Cristina Recco e i suoi collaboratori, giornalisti e testate locali e nazionali hanno di volta in volta acceso la luce nell’arco di almeno 5 anni passati in intermittenza di interessi e aspettative disattese. Millenni d’importanza anche per la storia locale che rischiano di sparire per mancanza di una luce chiara e stabile.
Dunque ormai a fine settembre insieme ai portavoce del MoVimento 5 Stelle alla regione, abbiamo presentato un’interrogazione circostanziata al Consiglio Regionale per accendere stavolta una SIRENA DI ALLARME sulle responsabilità del processo di tutela e valorizzazione di un bene così importante e presto la stessa cosa faremo in collaborazione con i nostri parlamentari.

Noi cittadini prestati alla politica come al solito ci ritroviamo a ricevere una pesante e critica eredità MA COME IN ALTRE STANZE BUIE, NOI NON CI TIRIAMO INDIETRO.

Qui il testo completo dell’interrogazione: http://goo.gl/YA2Dli

Parcheggi e RSU d’Oro a San Cesareo…

San Cesareo 2 luglio 2015 – Ore 10.30 – Consiglio Comunale
Presentate dal nostro gruppo: Mozione Baratto Amministrativo – Emendamento per sgravio del 10% per compostaggio domestico – Emendamento per riduzione tariffa del 30% per 2 anni all’avvio di una piccola impresa – Interpellanza sulla sussistenza del rapporto con l’XI Comunità Montana
Presentata inoltre INTERROGAZIONE SU “STRISCE BLU PARCHEGGI D’ORO” COFIRMATA con Voglia di Cambiare

Resoconto:
APPROVATE LE ALIQUOTE TASI – IMU –TARI
Per la TASI l’aliquota di applicazione resta il 2.5/000 solo per l’abitazione principale.
Per l’IMU l’aliquota di applicazione sui fabbricati generici resta il 10.6/000
Su proposta della minoranza é stato previsto un abbattimento al 9.6/000 per le abitazioni donate in Comodato d’uso gratuito ai figli.
Per LA TARI previsto un aumento delle tariffe del 5%, giustificato dall’estensione del porta a porta anche nelle case sparse da Settembre.
Abbiamo fatto presente con forza che se il servizio porta a porta fosse stato organizzato sin dal 2013 come tutti i paesi limitrofi e quindi estendendo il porta a porta su tutto il territorio, non avremmo di certo pagato cosi amaramente i rincari dei costi di smaltimento, e soprattutto avremmo avuto un paese pulito e degno di essere classificato come cittadina modello!!!!
Attualmente i colli di San Cesareo sono diventate delle vere e proprie discariche, e noi cittadini abbiamo pagato bollette salate per smaltire l’immondizia di chi questo paese forse lo usa solo di passaggio.
Approvato all’unanimità il regolamento per l’istituzione degli ispettori ambientali sul territorio Comunale.
Invitiamo tutta la cittadinanza a collaborare alla lotta contro le discariche abusive e il mancato rispetto delle regole.
Approvato il Comitato di controllo del Centro sociale Anziani:
Per la Maggioranza: Paglia Vittorio
Per l’opposizione: Bellia Arianna
Eletto dalla maggioranza il nuovo membro del Consiglio Comunitario: Marco Rossi

Mozione Baratto Amm. San Cesareo_Pagina_1

Mozione Baratto Amm. San Cesareo_Pagina_2

Variazione regolamento Tari2015_Pagina_1

Variazione regolamento Tari2015_Pagina_2

Emendamento Agevolazione PMI- TARI  San Cesareo
Interrogazione comunità montana

INTERROGAZIONE PARCHEGGI GIUGNO 2015_Pagina_1INTERROGAZIONE PARCHEGGI GIUGNO 2015_Pagina_2

Ultime sul MICROCREDITO

NOVITA’
Ci siamo quasi! Entro il 27 di Maggio il Ministero avvierà la procedura di prenotazione sul sito www.fondidigaranzia.it. Tieni pronto il tuo progetto imprenditoriale da presentare subito dopo al soggetto finanziatore. Qui sotto trovi una lista (in aggiornamento) con i soggetti finanziatori che hanno avviato una convenzione, offrendo servizi e tassi di interesse molto convenienti.
http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/microcredito/
Schermata 2015-05-25 a 19.04.13
Schermata 2015-05-25 a 19.01.33